Artigiano in Fiera Tre milioni di visitatori a caccia di regali

Più di 3 milioni di visitatori nell’arco di 10 giorni di manifestazione: si è chiusa ieri con un bilancio più che positivo anche la 13esima edizione dell’«Artigiano in Fiera», che si è tenuta per la prima volta al polo fieristico di Rho. E che ha fatto registrare fra l’altro l’occupazione totale degli oltre 15mila posti auto con un riflusso continuo, un ampio utilizzo dei treni della metropolitana e del Passante Ferroviario, coinvolgimento totale dei parcheggi di interscambio a Lampugnano e a Molino Dorino e gli stessi parcheggi delle città vicine (Rho e Pero innanzitutto). Oltre 2700 gli artigiani presenti da 106 Paesi del mondo - fra questi, 48 ristoranti tipici -, disseminati su oltre 140mila metri quadri di spazi espositivi, e che hanno registrato una crescita delle vendite rispetto all’anno scorso, che in alcuni casi ha raggiunto il 50 per cento. Anche i visitatori sono aumentati, in particolare quelli provenienti dalle altre province della Lombardia e da Regioni limitrofe come Liguria ed Emilia Romagna.
Grande interesse ha suscitato «Ecoabitare», la novità di quest’anno dedicata all’abitare ecologico e al risparmio energetico.
«Lo sviluppo economico deve ripartire da questa positività - ha commentato Antonio Intiglietta, presidente di Gestione Fiere - e non lasciarsi schiacciare dal pessimismo».