Artissima, il mercato parla contemporaneo

Per tre giorni, dall’11 al 13 novembre, la Torino dell’arte contemporanea diventa anche capitale del mercato. «Artissima», giunta alla 12ª edizione, è tra le fiere italiane quella più orientata alle ultimissime tendenze e per questo riesce a catalizzare ogni anno anche numerose giovani gallerie internazionali. Tra i 153 espositori, sarà presente un’elevata percentuale delle più interessanti gallerie contemporanee come Continua, De Carlo, LiaRumma, Minini, Francosoffiantino. Tra le nuove presenze si evidenzia la partecipazione di gallerie statunitensi non solo da New York ma anche dalla West Coast: arrivano infatti da Los Angeles gallerie di tendenza quali Blum & Poe, Anna Helwing, MC, Lizabeth Oliveria. Cospicua la presenza anche di gallerie tedesche con nuovi interessanti nomi quali Johann König, Magnus Müller, Giti Nourbakhsch, Upstairs Berlin da Berlino. Nella sezione «Present Future» saranno in mostra 10 giovani artisti emergenti scelti, sulla base di progetti studiati espressamente per «Artissima». Nella sezione «New Entries», invece, 21 giovani gallerie (fondate dopo il 2000) selezionate dal consiglio direttivo e dal comitato consultivo della Fiera in base alle caratteristiche di qualità e di ricerca della loro attività. Infine, la sezione «Constellations» presenta otto opere di grandi dimensioni scelte dal comitato scientifico di «Artissima» tra quelle proposte dalle gallerie partecipanti, e collocate in diverse aree espressamente dedicate nell’ambito della Fiera.\