Gli artisti contemporanei fantasticano sull’eros

Eros e arte contemporanea si fondono giocosamente nella mostra «Sex toys» che, alla galleria Wannabee (via Goito 3), presenta le opere di 22 artisti che sprigionano la fantasia in dipinti e sculture. Pezzi inediti decisamente eccentrici realizzati da artisti emergenti ma anche affermati come Paolo Schmidlin, Francesco De Molfetta e Alessandro Spadari. Lo scopo di Silvia Pettinicchio, la gallerista, è di dare spazio ai giovani, ancora studenti, per poterli presentare a collezionisti disposti a pagare cifre modiche ma per pezzi originali. In tempi di crisi, il mercato dell'arte cerca nuove strade e così in mostra sono presenti anche miniopere a cifre inferiori ai 100 euro. Tra le opere degli artisti domina l’ironia, dal quadro «Good vibration» di Andy al distributore automatico «My-yoyo Express». La veneziana Annalù, ispirata alla tradizione indiana sulla fertilità crea una scultura che richiama il celebre orinatoio di Marcel Duchamp. La fantasia degli artisti vola e in mostra sono esposte «Mistress antistress, bambolina dark in gesso, polyandros, polistirene) realizzata dal napoletano Andros (Napoli, 1966) e il surreale «Love&war», un aereo bellico in olio e smalto su tela che anzichè bombe sgancia oggetti erotici. Tutti gli artisti hanno interpretato il tema dell’eros riportandolo a una forma più spontanea. Tra gli autori, Alessandro Reggioli, Claudio Monnini, Enzo Santambrogio, Ester Negretti, Giuditta Solito.
Wannabee Gallery, via Goito 3
be@wannabee.it