Artisti contro le stragi del sabato sera

Paolo Meneguzzi, Povia, Le Vibrazioni: tutti insieme per insegnare ai giovani a divertirsi senza eccessi. Ieri sera centinaia di ragazzi si sono riuniti per assistere al concerto organizzato da «City Laser» in collaborazione con Comune, Tim e Radio 105. «la musica è il veicolo su cui i giovani viaggiano in sicurezza», questo lo slogan dell’iniziativa «Sms solo musica sicura», che ha portato in scena gli artisti più amati del momento.
Lo spettacolo è stato presentato dal dj Ringo che, uno dopo l’altro, ha introdotto sul palco allestito in corso Como Max De Angelis, Luca Dirisio, L’Aura, Pago, Negramaro, Sugarfree, Diego Mancino, Zeropositivo, Paps N’Skar, Rio, Flaminio Maphia, Il Nucleo, Max Brigante e I Rockets. «Sono convinto - ha detto l’assessore comunale ai Grandi Eventi, Giovanni Bozzetti - che le stragi del sabato sera non si risolvano con la chiusura anticipata dei locali, che invece impoverirebbe la nostra città, una delle capitali del divertimento notturno». Insomma, Milano come New York, Parigi, Londra, Barcellona e Berlino. «A Milano esiste un popolo della notte che comprende all’incirca 300mila persone - aggiunge Bozzetti -; questi cittadini, in particolare giovani, non vanno penalizzati ma educati. Attraverso testimonial forti, quali gli artisti che si sono esibiti sul palco in corso Como, è possibile raggiungere l’obiettivo e far capire ai ragazzi che è possibile un divertimento sano, allegro e senza esagerazioni». Per Bozzetti non è necessario, insomma, ricorrere a «inutili misure di coprifuoco. La città deve vivere di notte con senso di responsabilità e tolleranza».

Annunci

Altri articoli