Arturo Brachetti: «Vi stupirò con la mia fantasia»

Sarà Arturo Brachetti l'uomo dai mille volti, presente nei Guinnes dei primati come trasformista più veloce del mondo, a presentare a Genova le sue nuove perfomances teatrali, cambi di costume e di personaggi, canti, e balli. L'attore-trasformista arriva infatti al Vaillant Palace con il nuovo spettacolo «Gran Varietà Brachetti» il 5 e il 6 maggio prossimi. L'artista non è più solo su quel palcoscenico, che noi siamo abituati a vedere come un suo esclusivo dominio. I «mille volti» si sovrapporranno a quelli di una cleptomane senza mani, di un giocoliere del nulla, di una trapezista di sogni, delle pompiere di Viggiù, della donna pizza. E di tanti altri strampalati personaggi incluso un balletto di otto «boys & girls» per un totale di quindici gambe (una è di legno). Una «fauna umana» unica, di attrazioni internazionali, personaggi comici, fantasisti, balletti, ma anche trasformazioni, illusioni e sorprese: tutti insieme, tutti suoi amici - ventidue - con i quali ha condiviso il palco a Berlino, Parigi, Londra o in qualche show televisivo di chissà dove, per dare vita ad uno show che si nutre di commedia, musical, circo, varietà.
«È uno spettacolo con una storia banale. Volutamente banale - dice l'attore, ma anche ideatore e regista dello spettacolo -. E con una morale ben precisa, dove l'evasione coinvolge e travolge. Dove si mescola sogno, divertimento, fantasia e magia. Un teatro dell'illusione, insomma dove si mescola grottesco e poesia».
Un cast internazionale, con un corpo di ballo e acrobati a maggioranza italiana, per rendere omaggio alla tradizione del Music Hall e al Teatro di Varietà inteso come luogo del divertimento e della fantasia. Ed è in questo «Gran Varietà» che l'artista proporrà diversi numeri nuovi, alcuni dei quali completamenti inediti, ed alcuni re-inventati per l'occasione partendo da racconti o testimonianze sul mondo del Varietà.
Sarà Arthur Braguette e la sua bottega delle Meraviglie, sarà Horatio l'uomo-elefante e sarà Butterflash, ovvero tutta la Madama Butterfly in 5 minuti. Ma sarà soprattutto la scintilla narrativa da cui tutto inizia: nella storia è il proprietario di un teatro abbandonato che porta questi strani «turisti» a visitare il suo meraviglioso ma dimenticato teatro. Il luogo non è così morto come sembra perché l'immancabile fantasma del palcoscenico blocca le uscite e i turisti, per poter guadagnare la libertà, dovranno inventarsi uno spettacolo. Qualcuno ci riuscirà, qualcuno no. Info 010 8393589 www.politeamagenovese.it