Ascensore in fiamme

Paura per un incendio in ascensore e per una fuga di gas ieri a Roma. Due le chiamate d’emergenza al centralino dei vigili del fuoco e dei carabinieri per segnalare a Monteverde e al Tiburtino, rispettivamente, un ascensore in fiamme e una fuga di gas.
In una palazzina di quattro piani in via di Monteverde, verso le 13 di ieri, una coltre di fumo proveniente dal vano dell’ascensore ha spaventato gli inquilini che si sono subito precipitati in strada. Il motore è andato in fiamme a causa di un corto circuito. Nessuno è rimasto ferito, ma la paura è stata tanta.
In via dell’Acqua Marcia, invece, un intero stabile è stato evacuato per circa un’ora a causa di una fuga di gas. A provocare l’incidente è stato un contatore difettoso al pian terreno. L’odore sprigionato ha messo in allarme gli inquilini che hanno contattato subito carabinieri e vigili del fuoco. Il pensiero è subito andato, infatti, alla targedia di via Ventotene quando, nel novembre 2001, un palazzo fu distrutto e morirono otto persone. Qui, per fortuna, è bastata una squadra dell’Italgas a sistemare l’interruttore fuori uso.