Ascensori, ecco le disposizioni

Con decreto direttoriale del ministero delle Attività Produttive è stata disposta la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della norma tecnica richiamata nel decreto del 26 ottobre 2005. Come noto, quest’ultimo decreto - che impone, sulla base di una fonte europea esclusivamente privata (la norma tecnica Uni En 81-80), nuove verifiche per tutti gli ascensori installati prima del 25 giugno 1999 - è stato impugnato dalla Confedilizia davanti al Tar per diversi motivi e, tra l’altro, proprio perché non veniva pubblicata in allegato la norma tecnica ora resa nota.
La Confedilizia ha ora preso atto con favore che il ministero delle Attività Produttive si è finalmente accorto, dopo la polemica della Confederazione stessa, che non si poteva pretendere che venisse rispettata una norma tecnica che per essere conosciuta doveva essere acquistata con licenza d’esercizio.
È una prima vittoria di cui la Confedilizia si è compiaciuta, ma rimangono ferme le perplessità dell’Organizzazione, posto che quello ora finalmente eliminato era solo uno dei vizi di legittimità denunciati al Tar. Assicurarsi l’uso della norma costava 64 euro e considerando che gli ascensori interessati sono circa 700mila in tutta Italia, valutino gli italiani quanto la Confedilizia ha già fatto risparmiare a condòmini e proprietari di casa con la propria iniziativa giudiziaria.
In attesa di informare gli utenti sul merito del giudizio instaurato contro il ministero delle Attività Produttive, la Confedilizia ha reso disponibile sul proprio sito Internet la norma di cui il Ministero ha finalmente disposto la pubblicazione, consigliando ad amministratori condominiali, condòmini e proprietari di casa in genere di tenere a portata di mano la stessa, così da controllare - in attesa della pronuncia del Tribunale - l’operato dei soggetti abilitati alle verifiche sugli impianti.
*presidente Confedilizia