Ascolta la sua Bell che scodinzola e abbaia Poi parte alla ricerca

È l'uomo dei cani. È stato lui, con Bell e Lady, a trovare i due fidanzatini morti nella casa degli studenti. Lorenzo Botti (nella foto), istruttore nazionale del nucleo cinofili del Molise. È entrato tra le macerie del palazzo sventrato di via XX Settembre e ha ascoltato i mugolii, l'abbaio deciso, ha scrutato i movimenti dei suoi animali: «Quando danno segnali con il corpo significa che hanno individuato qualcosa, quando abbaiano forte sono sicuri. L'odore del corpo umano è fortissimo». Ed è importante, dice, «che chi li guida sia tranquillo, perché loro sentono il nostro stress, oggi non era facile non essere stressati». Anche i cani «si commuovono, si agitano». Rientra al furgone e dice a Bell «bevi cucciolona mia». Hanno visto due corpi, li hanno raggiunti.