Asili nido e materne, faremo una Milano a misura di bimbo

(...) Restano da accontentare 505 richieste: queste famiglie, che contattiamo personalmente, possono scegliere subito un nido tra tutti quelli disponibili, oppure attendere che nuove rinunce, legate alla fase di inserimento e di ambientamento dei piccoli, «liberino» altri posti, magari più graditi.
I servizi educativi comunali migliorano di anno in anno: il progressivo azzeramento delle liste d'attesa, il superamento dell'offerta dei posti rispetto alla domanda, il graduale ricongiungimento dei fratellini nella stessa scuola (con conseguente risparmio di tempo per le famiglie), le classi meno numerose alle materne, il potenziamento dei controlli sulle graduatorie e sulle autocertificazioni sono traguardi ormai raggiunti. Come vedete, molto è stato fatto, ma molto resta ancora da fare, per semplificare le procedure, rafforzare la dimensione educativa d'intesa con gli operatori e arrivare all'incontro progressivo tra domanda e offerta a livello zonale. Occorre perfezionare il meccanismo delle iscrizioni, in modo da far combaciare meglio le richieste delle famiglie con le disponibilità dei posti.
Il nostro impegno, dunque, è appena iniziato. Insieme a voi, in una prospettiva di ascolto, di dialogo, di costante attenzione ai bisogni dei vostri bimbi, continueremo a lavorare perché gli asili nido e le scuole dell'infanzia del Comune diventino sempre più belli e accoglienti: luoghi dove poter giocare liberamente, esprimere creatività e fantasia, apprendere cose nuove e fare amicizia. Il tutto, sotto l'occhio vigile delle educatrici, che lavorano con grande professionalità e dedizione. Con la vostra fiducia, "disegneremo" una città sempre più a misura di bambino.
*Assessore alla Famiglia, Scuola
e Politiche sociali del Comune