Asl: consulenze esterne al San Filippo Neri

Rita Smordoni

Ospedale San Filippo Neri: consulenti esterni e vertici dell’Ufficio relazioni con il pubblico nel mirino di un’interrogazione presentata qualche giorno fa dal capogruppo Udc alla Regione Lazio Luciano Ciocchetti. Presunti sprechi e inefficienze sotto accusa, dopo l’insediamento della giunta Marrazzo.
«Com’è possibile che al San Filippo Neri - chiede l’esponente dell’Udc al presidente della Regione e all’assessore alla sanità, Augusto Battaglia - un’infermiera professionale risulta nominata responsabile dell’Ufficio Comunicazioni e Relazioni con il Pubblico in sostituzione di un dirigente amministrativo comandato presso la segreteria dello stesso assessore regionale alla Sanità?».
Ciocchetti con l’interrogazione punta il dito anche sulle consulenze, in particolare sull’incarico esterno - e sicuramente ben retribuito - a un professionista domiciliato in un’altra regione italiana: «È interesse della Regione, attraverso le strutture politico amministrative, vigilare affinché l’attività di gestione delle Aziende Ospedaliere corrisponda a criteri di correttezza e giusto utilizzo delle risorse, anche sotto il profilo della politica del personale».
«Alcune recenti decisioni del Direttore Sanitario del San Filippo Neri e deliberazioni del Direttore Generale - sottolinea ancora nel documento ispettivo l’esponente dell’Udc - appaiono invece in netta contraddizione rispetto a questi criteri».
Gli atti si riferiscono allo scorso mese. Con deliberazione del Direttore generale n. 174 del 21 settembre 2005, è stato conferito al dottor Giuseppe Scoleri, che - specifica l’interrogazione - risulta domiciliato a Napoli, un incarico di consulenza in materia di relazioni sindacali, per la durata di tre anni con la retribuzione di 85.000 euro lordi annui.
Attraverso la delibera n. 187 del 29 settembre 2005, invece, è stata individuata la signora Laura Scaringella, collaboratore professionale sanitario, quale nuovo Responsabile dell’Ufficio Comunicazioni e Relazioni con il Pubblico. Direttore generale dell’ospedale di via Trionfale è attualmente Adolfo Pipino, Direttore sanitario è Lorenzo Sommella. Entrambi nominati di recente da Piero Marrazzo.
«Vorrei sapere – chiede nell’interrogazione Ciocchetti - come la direzione generale dell’Azienda ospedaliera San Filippo Neri abbia potuto dimostrare, come richiesto dall’articolo 3 del Decreto legislativo n. 502/92, la inesistenza nel personale in servizio, delle professionalità richieste dagli incarichi; e come venga giustificata, nel caso di Scoleri, la necessità di ricorrere a un professionista residente in un’altra città, con le conseguenti difficoltà a svolgere pienamente l’attività per la quale verrà retribuito».
«Vorrei anche sapere - continua il capogruppo dell’Udc alla Pisana - se il San Filippo Neri sia in condizioni di esubero del personale infermieristico professionale, avendone destinata un’unità, nel caso specifico la signora Scaringella, a svolgere mansioni tipicamente amministrative. Tali determinazioni – conclude Ciocchetti - evidenziano come l’Azienda si avvii ad essere gestita con incarichi di consulenza e uso di risorse umane che denotano inefficienza e sprechi».