Asp, Gramazio: Clini inaffidabile

«Hanno fatto bene i dirigenti dell’Aiop a sensibilizzare Renata Polverini sui dati che l’Agenzia di sanità pubblica sotto la gestione del direttore generale Claudio Clini ha dato circa il taglio dei posti letto». Lo afferma in una nota Domenico Gramazio, vicepresidente vicario della commissione Sanità del Senato. «Su questo posso affermare - continua Gramazio - che abbiamo contestato nel cda i dati che Clini aveva dato all’assessore alla Sanità. Posso affermare, inoltre, che finalmente l’Asp torna ad essere un riferimento tecnico, amministrativo e professionale di grande livello. Per questo l’intero consiglio di amministrazione ha sostenuto la necessità di mandare a casa Claudio Clini e di nominare, come è stato fatto, nel bando di concorso la dottoressa Gabriella Guasticchi, direttore generale». «Guasticchi conosce bene i meccanismi dell’Agenzia di sanità pubblica - conclude Gramazio - e sta lavorando con i dirigenti del settore per riqualificare la sua funzione e per rimettere a posto i dati assolutamente non affidabili circa le situazioni delle strutture sanitarie accreditate. Anche di questo dovremo parlare con Renata Polverini quando sarà presidente della Regione Lazio».