«Asp: a rischio le tredicesime e i pagamenti ai fornitori»

«L’Agenzia di Sanità pubblica della Regione Lazio è alla bancarotta». Lo affermano in una nota congiunta Domenico Gramazio e Angelo Santori, consiglieri di amministrazione dell’Asp in rappresentanza di An e Forza Italia. «Nel cda che si è svolto lunedì - aggiungono i due esponenti della minoranza - è stata denunciata la grave situazione finanziaria dell’Agenzia stessa». Gramazio e Santori ricordano che «è da un anno che l’Asp non paga il fitto dei locali dove ha sede l’Agenzia, in queste ore è in pericolo la tredicesima dei dipendenti dell’Agenzia mentre, entro la fine dell’anno non potranno essere pagati gli stipendi dei dipendenti passati da Lazio Service all’Asp. Chiediamo che il prossimo cda sia convocato presso la Regione, per denunciare la grave situazione economica che minaccia da diversi mesi anche tutti i fornitori dell’Asp, i quali non possono essere pagati». Gramazio ha annunciato che «da questo mese rinuncia all’appannaggio di consigliere di amministrazione per devolvere l’intera quota a favore della cassa dell’Asp per contribuire al pagamento della tredicesima».