Gli asportano il testicolo sbagliato: risarcito con 375mila euro

Sottoposto a un'operazione per l'asportazione di un testicolo affetto da neoplasia, il medico ha asportato il quello sano, rendendolo sterile. Il Tar di Milano gli ha riconosciuto i danni morali e biologici

Era stato sottoposto a un'operazione per l'asportazione di un testicolo affetto da neoplasia, il medico ha asportato il testicolo sano, rendendolo sterile e causandogli un calo del desiderio sessuale. Il Tribunale civile di Milano, a cui si è rivolto il paziente, ha disposto per lui e per sua moglie un risarcimento di 475mila euro, riconoscendogli i danni morali e biologici. A emettere la sentenza è stato il giudice Damiano Spera. L'uomo aveva citato per danni il medico che aveva eseguito l'operazione, quasi sei anni fa, e l'Istituto nazionale per lo studio e la cura dei tumori. Nelle motivazioni della sentenza il giudice spiega che è necessario tenere conto dell'età dell'uomo, che ha 35 anni, e del «particolare pregiudizio subito nella sfera sessuale e della compromissione definitiva della capacità riproduttiva». Il giudice ha anche accolto la domanda di risarcimento della moglie, concedendole 100 mila euro che vanno a sommarsi ai 375mila ottenuti dal marito. Il giudice parla di «menomazione permanente occorsa al marito».