Assad vola a Teheran: l’Iran e la Siria parlano di nucleare

Teheran. Il presidente siriano Bashar el Assad è a Teheran per una visita di due giorni. Dopo il suo incontro con l’omologo Mahmoud Ahmadinejad, i due leader hanno sottolineato l’importanza della cooperazione siro-iraniana: «Le due parti si sono dette pronte a rafforzare la loro cooperazione bilaterale nei settori della politica, dell’economia, della scienza e della cultura», ha detto la tv iraniana, senza precisare se i due hanno discusso anche, come in programma, il dossier nucleare di Teheran. Dopo la recente visita di Assad a Parigi, in occasione del lancio dell’Unione per il Mediterraneo, il rais siriano si era impegnato ad avvicinare iraniani ed europei e americani nei negoziati sul programma atomico. Assad vedrà anche il ministro degli Esteri Manoucher Mottaki e la Guida suprema, l’ayatollah Ali Khamenei. Per quanto riguarda il dossier nucleare iraniano, la settimana prossima scade l’ultimatum sulle sanzioni ma, secondo il francese Le Monde, la diplomazia avrebbe poche possibilità di fare passi avanti. Inoltre, scrive il quotidiano, divisioni politiche interne a Teheran renderebbero impossibili concessioni da parte iraniana. I Cinque più uno stanno discutendo sul tipo di sanzioni che potrebbero presto essere applicate all’Iran.