Assaliti dalle cimici sul treno I passeggeri bloccano l’Eurocity

Secondo Trenitalia l’infestazione sarebbe avvenuta nel deposito francese

da Genova

Un vagone invaso da cimici, viaggiatori inferociti che in piena notte bloccano il treno Eurocity Night 369 Nizza-Napoli nella stazione di Genova Principe, intervento della Polfer che cattura un campione di insetti per farli analizzare dalla Asl e fa staccare la vettura, ferrovieri mobilitati per assistere i passeggeri: è quanto accaduto nelle prime ore di ieri mattina a Genova.
Secondo i primi accertamenti di Trenitalia, l’infestazione sarebbe avvenuta in Francia, dove il treno è stato pulito e ricoverato in deposito.
Tre viaggiatori spezzini, che avevano scoperto gli insetti (successivamente identificati come cimici) camminare sui loro vestiti, ieri mattina hanno presentato formale denuncia alla Polfer della Spezia. Dopo che la vettura infestata era stata staccata dal convoglio ed altri tre vagoni erano stati chiusi, il treno è ripartito con qualche ora di ritardo per Napoli.
Una quindicina di viaggiatori che si erano rifiutati di ripartire con quel treno sono stati assistiti da Trenitalia, che ha offerto loro la colazione e li ha fatti ripartire in mattinata con il primo Eurostar per Roma.
Il trambusto è cominciato poco prima dell’una di notte, all’arrivo nella stazione di Genova Principe dell’Eurocity Night Nizza-Napoli. Tre passeggeri di uno scompartimento sono scesi protestando vivacemente dopo aver scoperto sui loro vestiti passeggiare decine di insetti. Mentre intervenivano agenti della Polfer e ferrovieri, anche altri viaggiatori di vagoni vicini hanno detto di aver visto animaletti a spasso sui sedili e lungo i corridoi.
La protesta è così montata, mentre la Polfer faceva staccare il vagone infestato (l’unico sul quale gli agenti hanno accertato la presenza degli insetti) e raccoglieva campioni dei microscopici esseri da far identificare dal servizio di igiene della Asl. Per precauzione anche altre tre vetture sono state chiuse ed i passeggeri trasferiti su altri vagoni. Circa quindici viaggiatori, impauriti, si sono però rifiutati di risalire sul treno e sono stati fatti proseguire con il primo Eurostar per Roma in partenza alle 6 del mattino.
Secondo i primi accertamenti di Trenitalia, nessuna presenza di insetti era stata segnalata sul convoglio partito dall’Italia. Giunto a Nizza, il treno è stato messo in deposito ed avrebbe dovuto essere pulito. L’origine dell’infestazione, quindi, secondo le ferrovie, sarebbe da ricercare in Francia. Solo in un secondo tempo è stato possibile verificare che gli insetti erano appunto cimici.
Quello di ieri notte non è comunque il primo episodio del genere. Un mese fa, sulla stessa linea, i viaggiatori avevano denunciato la presenza di altri insetti, forse zecche, in almeno un vagone. Proprio per questa ragione, Trenitalia ha varato un piano straordinario di disinfestazione dei treni e in un mese sono stati bonificati già circa 2.500 vagoni, tra cui quello staccato questa notte dal convoglio Eurocity Night. Previste in precedenza ogni mese, le disinfestazioni dei treni ora vengono effettuate ogni quindici giorni, ha dichiarato.
A questo punto le indagini dovranno chiarire come mai vagoni già sottoposti a disinfestazione, nel giro di pochi giorni possano tornare a ospitare le cimici.