Assaltano la sua villa: lui spara e ferisce un ladro

I malviventi, tre stranieri col volto incappucciato, erano armati

da Lucca

Sparatoria tra il proprietario di una villa e tre rapinatori che avevano fatto irruzione nell'abitazione. Ma stavolta ad avere la peggio sono stati i banditi: uno di loro è rimasto gravemente ferito, colpito all'addome, a un rene e a una gamba.
È successo nella notte tra sabato e domenica intorno alle quattro, vicino a Lucca, in via Apua, zona residenziale di Pietrasanta.
A sparare è stato un uomo di 63 anni, di origine svizzera, che commercia in marmo e che in passato aveva già subito due rapine. Il bandito ferito di cui non si conosce l’identità è un giovane sui 25 anni d’età e potrebbe essere di origine balcanica: è stato operato all'ospedale Versilia ed è in prognosi riservata. Il commerciante e la sua compagna, una donna di 49 anni di Seravezza (Lucca) stavano dormendo quando sono stati svegliati da alcuni rumori che provenivano dall'abitazione. La coppia ha subito capito che qualcuno era entrato nella villa, si è chiusa nella camera da letto e ha atteso i movimenti dei banditi. Quando i malviventi hanno sfondato la porta della camera, è cominciata la sparatoria. I colpi dei rapinatori sono andati a vuoto, mentre quelli del commerciante, tre, esplosi con una pistola calibro 38 (regolarmente detenuta) hanno raggiunto un bandito, che è stramazzato sul pavimento mentre i suoi complici si davano alla fuga. Stando al racconto delle vittime sarebbero fuggiti a bordo di un'auto di media cilindrata dopo aver abbandonato il bottino nella casa.
Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri di Viareggio e Forte dei Marmi e un'ambulanza, che ha trasportato il ferito all'ospedale Versilia, dove è stato operato.
Nella zona sono stati subito istituiti posti di blocco ma dei fuggiaschi nessuna traccia. Il fatto che i banditi fossero armati, indossassero guanti di lattice e avessero la faccia mascherata fa pensare agli investigatori che si tratti di una banda di professionisti.