Assalto al gazebo di Fi: struttura danneggiata

Assalto al gazebo di «Motore azzurro», la campagna di sensibilità che Forza Italia sta portando avanti nella Capitale da alcune settimane per dire ciò che l’amministrazione non ha fatto e per ascoltare le richieste dei cittadini. «Denunciamo - ha dichiarato il coordinatore regionale azzurro, Beatrice Lorenzin - l’ennesima aggressione contro i nostri militanti che sono stati praticamente assaliti da un gruppo di estremisti di sinistra, con tutta probabilità riconducibili ai centri sociali della zona. Il fattaccio è avvenuto mentre manifestavano presso un gazebo del partito azzurro lungo la via Appia Nuova, all’angolo con via Enea, e quelli hanno danneggiato la struttura». «Questo vergognoso atto - continua ancora la Lorenzin -, l’ennesimo che si registra nella Capitale, è il frutto di un clima di intolleranza e di violenza politica fomentato dallo stesso leader della sinistra Romano Prodi che quando inneggia al “giudizio universale” nei confronti della Casa delle libertà si assume la responsabilità politica, delle aggressioni messe in atto da questi estremisti. Sono queste le forze moderate che vogliono governare il Paese?».