Assalto in villa, rubati incassi e orologi

Ennesima rapina in villa l’altra sera a Vittuone, vicino Magenta. Due sconosciuti sono penetrati all’interno dell’abitazione di una commerciante, e dopo aver minacciato quest'ultima e la figlia, le hanno legate e rinchiuse in una camera. Non prima di essersi fatti consegnare un paio di orologi in oro e 10mila euro, l’incasso dell’attività commerciale che la vittima si era portata dietro dopo la chiusura. È successo poco dopo le 20.30. La donna, proprietaria di un bar sulla Statale 11, era appena rientrata in macchina, azionando il cancello elettrico della villa. Dell'apertura ne hanno approfittato i due banditi, che probabilmente avevano seguito la donna e la figlia, e che si sono introdotti in giardino. Pochi minuti dopo hanno fatto irruzione in casa, mascherati con passamontagna e armati di pistole. Sapevano di trovare soltanto due donne indifese e pertanto, per costringerle ad assecondare le loro richieste non hanno avuto bisogno di picchiarle. Le hanno minacciate ottenendo soldi e orologi. Infine la fuga. Quando la commerciante ha lanciato l'allarme sono accorsi i carabinieri; ma ormai dei due, che parlavano con accento slavo, non c’era più traccia.