Via Assarotti Meno cassonetti, più sicurezza

Il caso era stato sollevato grazie a una lettera pubblicata su queste pagine: in via Assarotti, nel lato della strada con i numeri pari sono spariti da tempo i contenitori della raccolta differenziata. L’appello lanciato da un residente era stato raccolto dal consigliere comunale Gianni Bernabò Brea (La Destra) che aveva presentato un’interrogazione in Comune, all’assessore Senesi. E la risposta è che non si può fare diversamente. Secondo Amiu, infatti «i contenitori posizionati sul lato monte di via Assarotti, dopo innumerevoli segnalazioni di protesta sono stati rimossi perché la loro collocazione limitava lo spazio necessario per il transito pedonale in quanto l’utente era obbligato a scendere sulla carreggiata con conseguente situazione di pericolo». Sul lato dei numeri pari vige il divieto di sosta e non è possibile collocare i contenitori sulla sede stradale mentre è stato possibile collocarli sull’altro lato con il marciapiede più largo. L’assessore Senesi ha fatto sapere che in via Assarotti è stata disposta la tracciatura di un nuovo attraversamento pedonale all’altezza del civico 50A per contentire ai cittadini della zona di raggiungere i cassonetti in modo pratico e sicuro. Un altro problema che era stato sollevato dal nostro lettore era quello della pericolosità della auto in doppia fila. La polizia municipale ne avrebbe sanzionato 680 nel 2009 e 373 nei primi sei mesi del 2010.