Assemblea nazionale Anuu

Si avvicina l'assemblea nazionale Anuu Migratoristi, la 48ª, che si terrà il 5 e 6 maggio all'Una Hotel di Bergamo, culla del sodalizio che vide i natali nel 1958. Da allora molto è cambiato nelle vicende interne, ma soprattutto nell'organizzazione della caccia italiana. Allora si parlava di uccellatori e uccellinai, oggi di migratoristi; si praticavano molte forme di attività venatorie oggi vietate; i tempi di caccia e le specie cacciabili erano gli uni ben più dilatati, le altre assai più numerose; non esistevano direttive e convenzioni internazionali e ogni decisione legislativa e normativa spettava ai singoli Stati; erano ben di là da venire le stesse Regioni, oggi tanto importanti nella gestione faunistico-venatoria.
L'Anuu Migratoristi ha vissuto tutti questi mutamenti sempre in posizione d'avanguardia, partecipando ai fermenti e difendendo strenuamente, nei limiti del ragionevole, l'essenza delle cacce alla migratoria, tanto che possiamo dire con un poco di orgoglio che se nel XXI secolo esse sono ancora sostanzialmente consentite, è anche per merito nostro.
Dopo tanti decenni riteniamo sia giunto il momento di fare il punto sulla situazione associativa, soprattutto pensando a tutto quanto l'Anuu ha realizzato nel tempo, sia in termini di contributi di idee sia di azioni e attività attuate. L'occasione sarà anche importante per comprendere sino in fondo quali possano essere le alleanze decisive affinché la caccia torni a quella dignità e a quel ruolo nel sociale che sempre le sono stati propri e che tuttavia qualcuno continuamente cerca di misconoscere.