Assenzio e limoncello: il gelato sposa i liquori

Assenzio, caffè all’anice e crema al limoncello. Tre nuovi gusti a base di liquori per i gelati dell’estate 2006. Che potranno essere assaggiati in anteprima oggi e domani dalle 19 alle 24 presso la nuova sede della famosa gelateria dei Gracchi, in viale Regina Margherita 212. La degustazione - aperta al pubblico e libera - è promossa dall’azienda romana Pallini, che ha lanciato la sfida al maestro gelataio Alberto Manassei per creare tre nuovi gusti con i prodotti Pallini: il gelato a base di assenzio e mela verde, il gelato alla crema di caffè con l’anice (Mistrà) e la crema al limoncello. «La passione per la storia e la tradizione - spiega Manassei, titolare della gelateria dei Gracchi - mi hanno ispirato alla creazione di questi tre gusti trasgressivi ma al tempo stesso “tradizionali” perché ci riportano da una parte agli antichi sapori del caffè corretto con il Mistrà e dall’altra all’ottocentesca Parigi del boom dell’assenzio, il liquore maledetto musa ispiratrice di artisti e poeti maudit». La Pallini dal 1875 si distingue per un’accurata produzione di liquori a base di anice (Mistrà, Romana Sambuca, Anice Triplo, Anisetta), di assenzio Dedo ed Hapsburg (il primo è una riedizione di una antica ricetta di famiglia ed il secondo da diversi anni è presente su mercati esteri) e del pluripremiato limoncello. La gelateria, conosciuta come il miglior indirizzo capitolino, è famosa perché il titolare Alberto Manassei impiega un’antica tecnica di lavorazione e solo materie prime pregiate come i pistacchi di Bronte, la nocciola tonda gentile delle Langhe, le mandorle del sud Italia, il cioccolato di prima qualità, frutta di stagione come le fragole di Terracina, le mele del Trentino e i meloni di Pachino.