Assenzio, l’ex maledetto che seduce

L’assenzio, il liquore ispiratore dei poeti «maudit» tornato recentemente di grande moda, sarà protagonista di un workshop aperto a tutti il 27 marzo all’hotel Sheraton Golf del Parco de’ Medici. L’evento è organizzato dalla Pallini, l’antica azienda romana che produce liquori e distillati che ha di recente introdotto nel suo catalogo due etichette di assenzio: l’«Hapsburg», rivolto per lo più ai mercati stranieri, e il «Dedo», con il quale la Pallini rinnova una sua antica tradizione. Nicola Pallini, il fondatore dell’antica azienda Pallini nel 1875, che possedeva piante di «artemisia absinthium» in Abruzzo, denominò alla fine dell’800 il suo assenzio «Dedo» in onore di Amedeo Modigliani. «Dedo» era infatti il nomignolo del grande artista livornese, che era un grande consumatore dell’assenzio Pallini, al quale legava la sua ispirazione. Da allora però molte cose sono cambiate e l’assenzio, persa la fama di liquore maledetto, oggi è ingrediente insostituibile di molti cocktail con Coca Cola, Champagne, Vodka e succo di mela. Il workshop avrà inizio alle 14,30 con la registrazione dei partecipanti. Alle 15 il saluto di benvenuto e la presentazione dell’azienda da parte di Micaela Pallini e Stefano Bruno. Alle 15,30 una «lezione» sulla storia dell’assenzio e sulle sue proprietà. Alle 16,30 un «coffee break» con la possibilità di farsi predire il futuro da un noto cartomante televisivo. Alle 17,15 i lavori riprenderanno con alcuni suggerimenti del barman Giuseppe Falconi e alle 18 il master si chiuderà con l’estrazione di alcuni premi tra i partecipanti. Ingresso libero su presentazione invito (contattare Catia al numero 064190344).