Assessore alla Sicurezza, rapinata la moglie

Ieri due banditi hanno fatto passare attimi di terrore alla moglie di Massimo Ponzoni, assessore alla sicurezza ed alla protezione civile della Regione. La signora, 37 anni, è alla guida della sua Audi A3. Va in banca a Seregno e preleva diecimila euro. Assieme al fratello ed ai genitori gestisce un’impresa edile a Desio. Forse, i criminali le hanno già messo gli occhi addosso. Lei preleva, infila il contante nella borsetta e l’appoggia sul sedile anteriore destro. Non s’accorge che la coppia di malviventi la sta seguendo in sella ad una moto di grossa cilindrata. In via Milano di Desio il bolide supera l’Audi e la costringe a fermarsi. Uno dei delinquenti, con il volto coperto dal casco resta sulla moto. L’altro con un pugno (forse stringe un punteruolo) infrange il vetro, infila la mano nell’auto e arraffa la borsetta con il bottino. La donna è esterrefatta. Non reagisce. La moto riparte a tutto gas lungo la provinciale che porta verso Nova Milanese senza che la vittima riesca ad annotare il numero di targa. I carabinieri del capitano Vincenzo Barbato indagano a tappeto, soprattutto nel giro dei tossici che rimbalzano ogni giorno tra Seregno, Desio e Nova Milanese, imbottiti per lo più di cocaina.