Assicurativi in calo

A Piazza Affari la settimana si è conclusa con una riunione in tono minore, almeno per quanto riguarda il volume degli scambi, sceso a 3 miliardi di euro, rispetto ai 4,4 miliardi della vigilia. Resta invece sostenuta la tendenza di fondo, avallata anche ieri dal rialzo dello 0,2% degli indici principali che porta ad oltre il 10% la crescita annuale. Calma piatta nel comparto bancario, con gli operatori attenti a valutare i risultati delle recenti semestrali; tra i titoli del risiko, sale ancora Antonveneta (più 0,7%), stabile la Lodi, ma sempre in tensione Unipol, che guadagna lo 0,9%. Sempre nei bancari nuovi apprezzamenti per Fineco (più 0,5%) e per la controllante Capitalia (più 0,6%). I report societari di questi giorni sembrano penalizzare taluni assicurativi, come Fondiaria-Sai (meno 1,5%) e Milano assicurazioni (meno 1,1%). Fine settimana positivo per i titoli tecnologici, con Fastweb che cresce di quasi il 4% dopo il giudizio «buy» di Merrill Lynch, ma di nuovo richieste Stm (più 1,4%). Bagarre in casa Gemina (più 2,2%), per i movimenti azionari in corso; si rafforza Astaldi (più 9,4%) e riprende la saga Marzotto, con il titolo della capogruppo in rialzo del 3,3%.