Assicurativi in fermento

Piazza Affari è uscita dal torpore estivo che caratterizza l’andamento delle Borse internazionali, anche se il risultato complessivo, evidenziato dalle performances degli indici, è ancora modesto. Infatti gli indicatori principali della tendenza registrano miglioramenti intorno allo 0,3%; mentre si registra un calo di attività, con poco più di 3,5 miliardi di controvalore negli scambi. In fermento il comparto assicurativo, con Generali in crescita di oltre il 2%, che trascina la controllata Alleanza, il gruppo Fonsai e Vittoria assicurazioni; svetta Unipol (più 3,4%), in attesa della nomina del nuovo consiglio di amministrazione. Tra i bancari resta in tensione Fideuram (più 1,9%), ma riprende l’interesse sulle «popolari», ed in specie per Milano e Novara, mentre all’Expandi continua la marcia Bper (più 1,1%), dopo il frazionamento delle vecchie azioni. Trascurate le Fiat, deboli Alitalia, ma risveglio di Parmalat (più 3,1%), in attesa dell’avvio del processo contro le banche, in calendario domani. Nei titoli del calcio crescono Roma (più 21%) e Lazio, ma cala Juventus. Chiusura negativa per Bastogi e Brioschi, che perdono intorno al 3,5%. Bene Marzotto (più 2,9%).