Assicurazione d’oro, a Genova si paga molto più che a Milano

Le compagnie chiedono fino a 2519 euro al neopatentato residente nella città della Lanterna. Da domani in vigore il piano di sosta «Blu Area»

Dicevano che al Sud si pagava più che al Nord per via della frequenza di incidenti, e dicevano anche che i genovesi erano fra gli automobilisti più virtuosi e, quindi, potevano spendere meno per assicurare il veicolo di proprietà. Tutte storie, rivela adesso una statistica del mensile specializzato Quattroruote. Che fa giustizia di tanti luoghi comuni - come quelli appena ricordati - e mette a nudo la verità. Una verità spietata, per i cittadini residenti nella città della Lanterna che arrivano a battere il poco invidiabile primato delle principali località del Nord Italia, accreditate di una «incidentalità» ben superiore. Da queste parti, infatti, sono 15 le compagnie di assicurazione Rc Auto - sottolinea l’indagine - che propongono un premio (che, come si sa, non è affatto un premio, ma un eufemismo per ingentilire l’esborso di denaro occorrente alla copertura del rischio) superiore a 2mila euro, mentre a Milano le «compagnie d’oro» risultano essere solo due. Non basta: in 67 casi di premio sui 174 analizzati, a Genova si superano i mille euro (sono solo 57 nel capoluogo meneghino). Ma il peggio deve ancora venire. E si materializza sotto forma di contratto di assicurazione rilasciato a un neopatentato (che poi non è detto che sia l’automobilista più indisciplinato, o più sfigato). Ebbene, per chi, genovese, ha appena conseguito la patente, la stangata è pesantissima: 2519 euro, non trattabili, indicati dalla compagnia Aurora, quasi sette volte di più della tariffa minima proposta dalla società Linear per un automobilista quarantenne. Infine, un’altra curiosità dell’inchiesta: per quanto riguarda le assicurazioni via telefono, Assitalia pare la più conveniente per i neopatentati, con 1350 euro.
Nel frattempo, per i genovesi, arriva l’ulteriore pessima notizia, non certo imprevista dopo le feroci polemiche di queste ultime settimane: il Comune conferma per domani l’entrata in vigore della fase sperimentale del piano di sosta «Blu Area» che interessa il quartiere di Carignano. Sul livello di gradimento dei cittadini, rimandiamo agli ampi servizi di questa pagina.