Assistenti di volo vicini all’intesa

da Milano

Si va verso un sblocco della vertenza Alitalia sugli assistenti di volo. Ieri sera i vertici dell’azienda e delle sette sigle sindacali di settore si sono incontrate al ministero dei Trasporti alla presenza del ministro Alessandro Bianchi. Non si è arrivati a un accordo e neppure ad una rottura. Le parti hanno deciso di rivedersi, a partire da domani, nel corso di una serie di tavoli tecnici. Il governo si è reso disponibile a cercare una mediazione vista la distanza tra le parti e l’incontro si è concluso con un aggiornamento ai tavoli tecnici. Il ministro tornerà a presenziare l’incontro tra le parti quando sarà raggiunto un accordo. Sul tavolo il ministro ha portato un protocollo tecnico che prevede una serie di soluzioni per i punti più controversi della vertenza: il recupero dell’inflazione, gli accantonamenti per il fondo previdenziale, la stabilizzazione del personale precario e le norme riguardanti la composizione degli equipaggi. La vertenza sta provocando disagi ai viaggiatori da oltre 15 giorni. Come è noto il personale applica alla lettera il contratto di lavoro: la conseguenza è che ogni giorno si verificano circa 30 cancellazioni che provocano problemi e tensioni tra personale e viaggiatori.