Assolombarda Italia-Cina, primo «Career day»

Una giornata per far incontrare aziende italiane e giovani cinesi, per approfondire occasioni di lavoro e collaborazione. È questo lo spirito del primo «Italy-China Career Day» che si è svolto ieri nella sede di Assolombarda per iniziativa della Fondazione Italia-Cina che ha lavorato, oltre che con l’associazione degli industriali anche con AssoCina, con il patrocinio del consolato generale di Cina a Milano e il contributo di Tenova. All’evento, che si divide in una parte di seminario e in una di incontri fra aziende e giovani laureati e dottorandi cinesi, hanno participato una trentina di imprese e più di 160 ragazzi. «Sono sempre più numerose le aziende italiane e cinesi con sede in Italia che ricercano risorse cinesi nate nel nostro Paese o residenti qui da molti anni - ha spiegato il presidente della Fondazione, Cesare Romiti - Oggi le imprese che già operano in Cina e che sono motivate a cogliere le opportunità derivanti dall’ingresso in questo mercato hanno compreso l’importanza di affiancare personale cinese altamente qualificato al proprio team di lavoro». L’iniziativa si inserisce in un contesto che vede un trend in crescita: sono infatti circa 600 i cinesi che studiano negli atenei di Milano e a livello nazionale gli iscritti sono passati dai 1.448 dell’anno accademico 2006-7 ai 4.642 in quello 2009-10. Con un incremento pari al 220 per cento.