Assolti i giornalisti querelati dal giudice «del cellulare»

da Milano

Un trillo del telefonino, un giudice che querela, un giornalista e un direttore condannati. Ora però la Cassazione ha assolto il «Corriere Romagna» dall’accusa di diffamazione.
La denuncia era stata firmata dal giudice monocratico di Forlì Luisa Del Bianco, che si era costituita parte civile come persona offesa. Secondo il magistrato, un articolo, che raccontava un curioso episodio accaduto in aula a Forlì durante un processo disturbato dal suono del suo stesso telefonino, era offensivo della sua immagine.