Assunti 3000 agenti: potenziati gli organici di Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza

Quasi tremila agenti in più per le strade. Il Viminale l’aveva scritto nel decreto sicurezza contro le violenze sessuali approvato venerdì scorso dal consiglio dei ministri e ieri lo ha confermato: «È stato definito - si legge in una nota del ministero dell’Interno - il piano di assunzioni di 2.876 nuove unità, appartenenti alle Forze di polizia e al Corpo nazionale dei vigili del fuoco».
Verranno così assunti 826 agenti di polizia e 80 tra funzionari e ufficiali. All’Arma dei carabinieri andranno 700 agenti e 200 tra ispettori e marescialli. Nuove assunzioni anche nella Guardia di Finanza: 231 agenti e 152 tra ispettori e marescialli. Ma verrà rinforzato anche il Corpo della polizia penitenziaria: 296 agenti in più, mentre 94 posti sono messi a disposizione per entrare nei forestali. Infine i vigili del fuoco, spesso in sofferenza di personale eppure indispensabili per la sicurezza: arriveranno entro poche settimane quasi 300 pompieri in più. Il piano del Viminale prevede infatti 297 nuovi contratti.
Tutte queste assunzioni saranno possibili grazie a un fondo di 100 milioni di euro sequestrati alla criminalità organizzata. È il primo utilizzo diretto da parte dello Stato dell’«oro» della mafia.