Assurdità E alla radio la partita si interrompe causa canzone

Già sei incavolato che il Milan sta perdendo, già sul secondo gol di Rooney hai mollato la tv e lasciato l’ufficio, già una volta in auto, sei fermate di metrò dopo, non resisti proprio e accendi RadioDue, dove trasmettono «Tutto il calcio minuto per minuto» per scoprire che siamo due a tre, mancano cinque minuti alla fine, il Milan attacca e infuria la battaglia. Che cretino aver abbandonato la tv, ma sono di nuovo in trincea, cascasse il mondo se mi ritiro nel pieno della tempesta: «Ci spiace - fanno dallo studio - ma dobbiamo interrompere qui la partita...» Oddio. Uno tsunami? Un attentato? Una dichiarazione di guerra consegnata agli ambasciatori di Inghilterra e Francia? «...ci dobbiamo collegare con Sanremo perché sta per cantare Cristicchi...». Cristicchi.
Così la Champions sulla Rai è scomparsa nella notte, ingoiata prima di finire, dal teatro Ariston. Poteva segnare Inzaghi, Ambrosini o Thiago Silva sull’ultima punizione. C’è mancato pochissimo ma tanto non l’avrei mai saputo e con me tutti i solitari all’ascolto. Ecco, al proposito volevo fare una proposta: la prossima volta che voi della Rai fate gli spot in tv per invitarmi a pagare il canone, mandate a casa mia Floris, la Carlucci o la Ventura, o magari tutti e tre insieme a convincermi. Come dite? Difficile? Immaginavo. Per questo la canzone di Cristicchi si intitola «Meno male». Meno male per voi.