Astaldi all’attacco con ricorso al Tar

Ponte di Messina

Astaldi ha presentato ricorso al Tar del Lazio contro l'esito della gara che ha assegnato l'appalto per la costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina alla cordata guidata dalla sua rivale Impregilo. «Non è una sorpresa - ha dichiarato al Giornale Pietro Ciucci, amministratore delegato della Stretto di Messina Spa - viste le dichiarazioni dei massimi responsabili di Astaldi» che fin dall’aggiudicazione, il 12 ottobre scorso, avevano puntato l'indice contro il «maxiribasso anomalo» della rivale, circa 500 milioni in meno rispetto al prezzo offerto dai concorrenti. «Noi siamo convinti - prosegue Ciucci - di avere assicurato la massima trasparenza e la par condicio tra tutti i concorrenti e siamo fiduciosi nell’esame da parte del Tar. Intanto, andiamo avanti con il progetto, seguendo il nostro scadenzario tecnico: la firma del contratto con Impregilo è prevista fra il 10 e il 15 di gennaio».