Astana: progressi sul negoziato per il Kashagan

Il governo del Kazakistan lancia nuovi segnali, di tono positivo, sul negoziato per i giacimenti del Kashagan. «Ci sono stati progressi su tutti i punti inseriti nel memorandum», ha fatto sapere ieri una fonte dell’esecutivo di Astana all’agenzia russa Interfax, sottolineando che le autorità del Paese ex sovietico restano in attesa di formali proposte dal consorzio internazionale Agip Kco, guidato dall’Eni. «In linea di massima, ci sono stati progressi su tutti i punti su cui stiamo discutendo: una maggiore partecipazione per (la compagnia statale kazaka) KazMunayGas, una maggiore quota di profitti destinati a rimanere nel Paese e il ridimensionamento delle spese» per il piano di sviluppo del megagiacimento, ha spiegato la fonte citata dall’agenzia. «Il governo deve ancora ricevere una proposta negoziata con tutte le società del consorzio, che poi sarà esaminata in modo da prendere una decisione», precisa, facendo notare che la proposta dovrà essere presentata entro il prossimo 30 novembre.