Aste truccate Parte l’Appello per diciotto

È cominciato ieri davanti alla seconda Corte il processo d’appello per il cosiddetto scandalo delle aste truccate. Diciotto le persone a giudizio con posizioni accusatorie diverse: per sei di loro c’è il reato di associazione per delinquere finalizzata alla turbativa d’asta; per gli altri imputati non c’è il reato associativo. In primo grado il tribunale emise condanne da un anno e quattro mesi a cinque anni di reclusione. L’udienza di apertura è stata dedicata alla relazione dei fatti svolta dal giudice Sergio Piccinni Leopardi, quindi è stato tracciato un programma per le prossime udienze. Gli imputati con le posizioni più pesanti sono assistiti dagli avvocati Alberto Liguoro, Luca e Renato D’Auria e Giuseppe Lucibello. La pubblica accusa è rappresentata dal sostituto procuratore generale Francesco D’Andrea.