Aster, il centrosinistra rimanda l’assessore

Sì. Aster è un problema. Lo ammette anche la maggioranza di centrosinistra che spegne le speranze dell’assessore Elisabetta Corda che ieri in commissione sperava di approvare in pochi minuti lo statuto della società di manutenzioni. Le obiezioni sollevate da Raffaella Della Bianca, capogruppo di Forza Italia, hanno fatto centro anche tra i bamchi della maggioranza. Simone Farello e Gianni Vassallo hanno ammesso che occorre fare delle verifiche, studiare meglio la situazione, capire cosa davvero l’amministrazione intende fare di questa azienda e dei suoi servizi fuori mercato. La consigliera azzurra aveva chiesto un’audizione della Camera di Commercio che però è stata negata. Il centrosinistra invece ha concesso un rinvio a una successiva riunione di commissione per lo studio e la modifica della bozza di statuto. Una mossa che ha sorpreso e infastidito l’assessore, convinta di portare subito in consiglio comunale la pratica. Tra l’altro la bozza di statuto prevedeva anche grossolani controsensi come a proposito della nomina dell’amministratore delegato di Aster: in un punto la scelta veniva affidata al consiglio di amministrazione, in un’altra ai soci, cioè di fatto al sindaco. Insomma, c’è molta manutenzione da fare.