Astista tedesca lascia l’atletica «Divento uomo»

Amburgo. «Mi ritiro. Voglio diventare un uomo». Yvonne Buschbaum, astista tedesca (record di m.4,70), 27 anni, 3ª agli Europei 1998 e 2002, 4ª ai mondiali 2001, dice stop all’atletica per un motivo assolutamente personale. «Per molti anni ho avuto la sensazione di vivere in un corpo sbagliato», dice dal sito. «Mi sento un uomo, ma devo vivere in un corpo di donna». Ora si sottoporrà ad un intervento per diventare uomo. «Prima mi sottoporrò alla terapia ormonale. Ho deciso di rendere pubblica la scelta, nessuno deve sentirsi ingannato». L’atleta garantisce di non avere barato. «Non uso doping, i successi sportivi sono stati corretti da un punto di vista biologico». La Buschbaum vuole evitare paragoni con Heidi Krieger, ex campionessa di getto del peso che, dopo anni di doping, divenne Andreas Krieger.