Astrazeneca sostiene Londra

Anche ieri New York non è riuscita a scrollarsi di dosso quel senso di apatia dimostrato nella settimana appena conclusa, limitando le proprie oscillazioni ai titoli oggetto di rapporti trimestrali. I tre indici di mercato non hanno «tenuto» i livelli della vigilia, con flessioni però contenute intorno allo 0,5%. Tra i progressi da registrare il balzo del 23% di Stemcells (cellule staminali), e l’impennata del 12% di Wendy’s; ma è cresciuta anche Metlife(più 3,1%). In netto calo Symantec (meno 6,2%), dopo la revisione al ribasso del fatturato 2005. Irregolari le piazze europee, con Londra che chiude in positivo(più 0,23%), grazie al bis di Astrazeneca (più 3,7%), mentre la nuova impennata del greggio ha rimesso le ali ai petroliferi, con Royal Dutch-Shell (in crescita del 2,8%). Bene i titoli dell’auto, con Peugeot che a Parigi è cresciuto dell’1,5%. A Francoforte in positivo Volkswagen (più 2,2%), mentre DaimlerChrysler migliora dello 0,7%.