Un’Atalanta cinica affonda l’Empoli con Doni

Empoli. Il colpo sotto di Cristiano Doni, ad un quarto d'ora dal termine, è di quelli letali. L'azione, nata da un angolo di Padoin con deviazione di testa di Carrozzieri sul palo a Balli battuto, è uno dei pochi segnali arrivati dai ventidue uomini in campo.Gara sotto tono, qualche errore di troppo (clamoroso quello di Pozzi al minuto 19 davanti a Coppola), ritmi bassi.
Da segnalare sul fronte bergamasco una conclusione di Zampagna, deviata in extremis da Raggi. Qualcosa di più nella ripresa da parte dell'Empoli grazie all'inserimento di Giovinco: il ragazzo ha buoni numeri ma purtroppo poco fisico. Nel finale la beffa per i toscani, che dissipano i benefici del successo ottenuto sette giorni fa a San Siro. Nota negativa, al primo giro di lancette l'ammonizione di Saudati e Carrozzieri per reciproche scorrettezze: non è stato un bel segnale.