Atalanta, giocatori e allenatore uniti: "Fuori i violenti dallo stadio"

"Noi, allenatore e calciatori dell’Atalanta - si legge in una nota pubblicata sul sito - sentiamo
il dovere morale di appoggiare pubblicamente e incondizionatamente la dura presa di
posizione del presidente Ivan Ruggeri contro i delinquenti che domenica scorsa hanno
causato gli incidenti allo stadio di Bergamo

Bergamo - Giocatori e allenatore dell’Atalanta, uniti, chiedono che non entrino più allo stadio i tifosi bergamaschi violenti. "Noi, allenatore e calciatori dell’Atalanta - si legge in una nota pubblicata sul sito - sentiamo il dovere morale di appoggiare pubblicamente e incondizionatamente la dura presa di posizione del presidente Ivan Ruggeri contro i delinquenti che domenica scorsa hanno causato gli incidenti allo stadio di Bergamo, generando vergogna per tutta la città. Noi quei delinquenti non li vogliamo più, né allo stadio né agli allenamenti; noi vogliamo solo il tifo e l’affetto degli sportivi veri che domenica hanno pesantemente contestato il comportamento violento di questa minoranza". Seguono le firme di Delneri e dei 25 giocatori.