Atei ma religiosi

Nonostante l'ateismo sia la religione di Stato della Cina comunista i fedeli di tutte le Chiese si sono addirittura moltiplicati. Secondo le statistiche governative, arrotondate per difetto, ci sono almeno 100 milioni di buddisti, 17 milioni di musulmani, 12 milioni di protestanti e 4 milioni di cattolici, oltre alla Chiesa patriottica, l'organismo cattocomunista controllato dal governo di Pechino. Senza contare le molteplici pratiche religiose che derivano dalla tradizione millenaria taoista e confuciana. In realtà il regime ha riaperto negli ultimi vent'anni 37mila chiese e i cinesi battezzati sarebbero più di 50 milioni. E volevano proibire l’oppio dei popoli...