Atlantia in gara per realizzare strade in India

da Milano

Atlantia è pronta allo sbarco in india. Il gruppo autostradale italiano è nella short list delle gare che prevedono la realizzazione e la gestione di alcune tratte delle autostrade indiane, nell’ambito della terza fase del progetto per lo sviluppo delle autostrade nazionali (Nhdp) lanciato dal governo indiano. Secondo Radiocor, Atlantia partecipa, in consorzio con società indiane, a 4 dei 19 progetti già approvati ed è stata inserita nella short list degli interessati che hanno ricevuto la «request for proposal», invito a formulare l’offerta tecnica ed economica definitiva. Per due progetti il termine dell’offerta è il 13 ottobre e per altri due il 31 ottobre. I costi stimati dal gestore autostradale indiano per le gare cui partecipa Atlantia ammontano complessivamente a 570 milioni di dollari. Il progetto ha come obiettivo l’ampliamento delle autostrade ad alta densità che non fanno parte del quadrilatero d’oro o dei corridoi nord-sud e est-ovest: il governo ha approvato nel 2005 la costruzione di 4mila chilometri di autostrade a quattro corsie e ad aprile 2007 ha deciso il raddoppio a 8 mila chilometri. Riuscire ad attrarre dal settore privato e dall’estero capitali da destinare alle infrastrutture è una delle priorità delle autorità indiane, come indicato nell’ultimo piano quinquennale di sviluppo (2007-2012) e in questa ottica si collocano le gare per la realizzazione delle autostrade.