Atlantia riparte aspettando novità sulle concessioni

È di Atlantia la miglior performance dello S&PMib dove strappa il 6,09% a 21,26 euro. Scambi più che raddoppiati con 5,9 milioni di pezzi passati di mano contro 2,5 milioni di media giornaliera. Il titolo dell’ex società Autostrade è tra quelli che risentono maggiormente dell’effetto elezioni. Il mercato sembra scommettere infatti che col ritorno di Silvio Berlusconi, contestualmente alla ripresa delle grandi opere e delle infrastrutture, tra le priorità dell’esecutivo ci sia la soluzione alle questioni del calcolo delle tariffe autostradali e delle convenzioni. Qualcuno azzarda anche l’ipotesi di un ritorno di attualita del progetto di fusione con la spagnola Abertis, annunciato quando ministro delle infrastrutture era Pietro Lunardi, e poi definitivamente accantonato.