Atlantis presenta i suoi gioielli

Dall'ammiraglia del salone nautico per nababbi ai motoscafi per vip accessibili a ricchi imprenditori e professionisti. Ieri nello stand di Azimut Benetti il cantiere Atlantis ha presentato i nuovi gioielli di 15 e 16 metri che sfrecciano sulle onde del mare a quaranta nodi. Si tratta di due modelli innovativi per la cantieristica italiana perché l'armatore può scegliere, a scafo realizzato, come arredare e rifinire gli interni. Ma anche se dotare di due o tre cabine l'imbarcazione o se chiudere, per creare un salotto indipendente, il pozzetto, o lasciarlo aperto ispirandosi alla tradizione degli open del cantiere piacentino. Un'altra caratteristica degli Atlantis è l'hard top in cristallo che consente una vista aerea e trasforma comunque lo spazio di comando in un comodo ambiente anche durante la stagione invernale. Non è tutto. I designer di Atlantis hanno pure previsto una cucina dotata di grill per organizzare grigliate a bordo con gli amici e cocktail venue. I prezzi delle imbarcazioni variano dai 609mila euro del 50 piedi ai 750mila euro del 54 piedi che sono stati presentati per la prima volta ieri al pubblico. Il cantiere ha tuttavia a listino anche barche più piccole e gemelle come il 42 piedi da 377mila euro e il 47 piedi da 488mila euro.
Sui nuovi Atlantis sono ben dieci i metri quadrati di teak da calpestare, vivere e godere sul ponte superiore. Una vera terrazza sul mare nella quale la sensazione di spazio è accompagnata dalla perfetta continuità stilistica e di materiali tra il pozzetto e la zon living interna. Con o senza la porta, dinette e patio esterno si presentano come un unico grande salone, grazie alla presenza di un solo piano su cui si sviluppano l'hard top e la dinette sulla sinistra e un mobile bar in teak con televisore al plasma a scomparsa a destra. Sul ponte scoperto due mobili sono asserviti a un secondo tavolo da pranzo con ampio divano. Anche questo spazio può essere coperto dal sole grazie a una copertura scorrevole a scomparsa. La plancetta di poppa è di generose dimensioni tanto da ospitare il tender e si avvale di movimentazione elettroidraulica per facilitare le operazioni di alaggio e varo. L'altezza sotto l'hard top, grande 25 metri quadrati, in corrispondenza della postazione di comando è da record, sfiora infatti i due metri. Ergonomia e visibilità sono ottime, la strumentazione è all'avanguardia e il design estremo. Seduti sull poltrona del pilota, ci si sente alla guida di un'imbarcazione sportiva di gran razza.