Atletica, argento per Howe ed è nuovo record italiano

Con 8,47 metri, il saltatore italiano batte il record nazionale, fissato da Giovanni Evangelisti nel 1987. E sale sul secondo gradino del podio ai Mondiali di atletica di Osaka, dietro agli 8,57 metri del panamense Irving Saladino. <strong><a href="/media.pic1?ID=232" target="_blank">Guarda il salto d'argento</a></strong>

Osaka - E alla fine è arrivata anche la prima medaglia italiana ai Mondiali di atletica ad Osaka, in Giappone. A portare a casa l'ambito premio è Andrew Howe, nel salto in lungo (guarda il salto d'argento). Con la misura di 8,47 metri, Howe non solo si è portato a casa la medaglia di argento, ma ha stabilito anche il nuovo record italiano nella sua categoria. Howe, che ha ottenuto lo storico risultato con l’ultimo dei sei salti effettuati, ha migliorato il primato stabilito in 8,43 da Giovanni Evangelisti il 6 maggio 1987. A salire sul gradino più alto del podio per il salto in lungo è stato il panamense Irving Saladino che ha saltato 8,57 metri. Medaglia di bronzo all’americano Dwight Phillips che ha saltato 8,30 metri.