ATLETICA Di corsa a Testaccio per la terza edizione della «Maratonina»

Oltre 150 persone, tra grandi e piccini, hanno partecipato ieri mattina alla terza edizione della Maratonina di Testaccio, organizzata per l’ultima domenica di maggio nell’ambito delle iniziative per la festa patronale di Santa Maria Liberatrice. Un successo, secondo gli organizzatori, convinti che la bella giornata avrebbe scoraggiato tanti iscritti dal sudare e sforzarsi preferendo magari una gita al mare. Nelle precedenti edizioni gli iscritti erano stati molti di meno. A vincere sul circuito degli adulti è stato un italiano che, fin dai primi metri, ha posto una non recuperabile distanza con i restanti atleti e che ha tagliato il nastro di arrivo - cinque chilometri ed ottocento metri più avanti - alle 10.10, 40 minuti circa dopo la partenza. La prima donna, invece, è stata una straniera, una giovane francese. Il circuito degli adulti si snodava tra Testaccio, Aventino, Terme di Caracalla, Porta San Paolo e ritorno a Testaccio. Diverso l’itinerario per i bambini, una cinquantina i partecipanti: un giro intorno alla chiesa di Santa Maria Liberatrice, lungo 500 metri. Tutti i partecipanti - l’ultimo ha tagliato il traguardo alle 11 - sono stati premiati.