Atletica Pistorius guarito, in pista per i mondiali

Che fine ha fatto Oscar Pistorius? Lo avevamo lasciato a fine febbraio in ospedale, dopo un incidente in barca, nel quale aveva riportato alcune ferite al volto e alla testa e per le quali era stato operato. Già all’indomani dell’intervento, era stato il suo manager a rilasciare le prime dichiarazioni sulle condizioni fisiche dell’atleta. «Sarà in pista al più presto - aveva detto Peet van Zyl -. Non ha subito alcuna ferita agli arti o alle costole». E così, ci sono tutte le ragioni per credere che l’atleta sudafricano recuperata la piena forma fisica, partecipi ai mondiali per disabili di maggio. Senza gambe dalla nascita, Pistorius corre grazie all’uso di due protesi. È stato protagonista negli ultimi anni di una battaglia (vinta) per gareggiare con i normodotati alle Olimpiadi. Tuttavia, non ha ottenuto il tempo utile per partecipare a Pechino 2008. Ha invece gareggiato nei Giochi paraolimpici, dove ha vinto l’oro nei 100, 200 e 400 metri. L’obiettivo dell’atleta rimane sempre quello di correre le Olimpiadi di Londra 2012 con i normodotati. «Ma per arrivarci ci sono molte cose da fare - aveva detto -: i Campionati del mondo a Berlino nel 2009, i Giochi del Commonwealth nel 2010 e i Campionati del mondo del 2011».