Atm: case ai tranvieri a 250 euro al mese

Atm attira nuovi dipendenti con un alloggio a prezzi stracciati. L’azienda di trasposti sta mettendo a punto un progetto che offrirà a centocinquanta tranvieri neo-assunti un appartamento di trentacinque metri quadrati per 250 euro mensili. Una soluzione, che coinvolge Aler e società immobiliari, che potrebbe facilitare l’arruolamento di manetta, visto che l’azienda tra pensioni e trasferimenti perde ogni anno circa duecentocinquanta dipendenti. Dodici mesi di affitto calmierato, anticipato da Atm e poi trattenuto dalla busta paga dei tranvieri. Ma la società di Foro Buonaparte ha in mente anche di dismettere parte del proprio patrimonio immobiliare entro i prossimi cinque-sei anni e costruire abitazioni per i dipendenti sulle aree degli attuali depositi di viale Sarca, viale Giambellino e di Corsico. Una strategia che deriva anche dalle statistiche sulla «forza conducenti» di Atm: se il novanta per cento risiede nell’hinterland, sette nuovi assunti su dieci risiedono fuori regione.