Atm Catania in Comune rischia di deragliare: «La rete è poco affidabile, incidenti inevitabili»

Atm, Elio Catania si preoccupa: «Le reti sono poco affidabili». La commissione trasporti di Palazzo Marino ascolta e rischia di deragliare, «dobbiamo ancora fare i salti mortali per garantire i livelli di servizio» continua il presidente Atm che guida l’azienda da due anni. Ma, avverte il manager, «gli incidenti non sono evitabili». Scoperta che provoca vive reazioni, sia della maggioranza che della minoranza. Ad aprire il fuoco è Giulio Gallera, capogruppo Fi: «Occorre riscrivere l’agenda delle priorità mettendo al primo posto sicurezza, formazione e manutenzione». «Priorità» sottoscritte anche da Rifondazione comunista che accusa Catania e i suoi boys di «guardare troppo all’immagine, vedi il condizionamento dei bus, invece di pensare agli autisti stressati con alle spalle un milione e ottocentomila ore di straordinario». A reclamare «fatti e non propaganda» sono poi l’Udc, «occorrono soluzioni e non colpevoli come fa il vertice Atm», il Pd, «inaccettabili le spiegazioni di Catania come lo sono gli sprechi e i privilegi dei dipendenti». Ma sul punto, Catania, è categorico: «Non accetto lezioni di etica da nessuno».