Atp e Provincia investono sette milioni per nuovi bus

Nuovi consorzi tra le aziende del trasporto pubblico locale in Liguria «per rispondere alle esigenze di una programmazione univoca, sviluppando sinergie economiche, integrazioni tariffarie e una visione complessiva degli investimenti strategici a vantaggio del territorio e dei cittadini». È la proposta lanciata dal presidente della Provincia di Genova Alessandro Repetto durante la presentazione dei nuovi investimenti 2009 di Atp. Per il 2009 Atp investe oltre 7 milioni, per nuovi mezzi, compresi i due nuovissimi Bravo I Ayats a due piani e 75 posti a sedere sulle linee da Genova a Masone e Busalla, altri undici bus nuovi da 12 o 10,5 metri e mezzo, e 6 bus a quattro porte, usati ma Euro 3, che impiegherà sulle corse estive da Chiavari a Sestri e Casarza.
Importanti anche gli investimenti per le nuove rimesse, a Campoligure, che sostituirà tra un anno l’attuale punto di manutenzione a Masone con il nuovo deposito dotato di officina, zona rifornimento e lavaggio; a Bolzaneto, strategica anche per i rifornimenti dei mezzi a metano, destinata a sostituire quella ormai inadeguata di Serra Riccò; a Colle Caprile. «Possiamo dire di aver investito il massimo possibile rispetto alle nostre risorse - ha detto il presidente Atp Livio Ravera - ed abbiamo anche un saldo positivo di assunzioni: 54 negli ultimi due anni a fronte di 25 pensionamenti». Ieri il presidente Repetto ha inaugurato in piazza Vittorio Veneto a Santa Margherita il nuovo sportello Iat.