Attaccato aereo di congressisti Usa

Bagdad. Un aereo militare C-130 americano con a bordo una delegazione di membri del Congresso degli Stati Uniti è stato preso di mira ieri «con fuoco terra-aria» mentre decollava dall’aeroporto di Bagdad, ma è riuscito ad allontanarsi senza registrare problemi. Lo ha reso noto con un comunicato il comando militare americano a Bagdad, precisando che l’equipaggio del velivolo ha immediatamente reagito lanciando dispositivi di difesa antimissile e quindi il volo «è proseguito in sicurezza» senza conseguenze per i passeggeri e i militari a bordo. Nessun dettaglio sull’identità né il numero dei parlamentari americani che si trovavano a bordo del C-130.